CONDIVIDI
giacche asics pioggia correre

Gli sport all’aria aperta in generale, ed in particolare la corsa, sia su strada che campestre, sia che essa venga praticata in forma amatoriale o agonistica, rappresenta in modo inequivocabile la tendenza delle persone, oggi fortunatamente sempre più sviluppata, di mettersi in competizione, in maniera sana e salutare, con la natura e l’ambiente che ci circonda.

Corsa per tutte le stagioni!

Superare i nostri limiti, spingersi oltre, affrontare ostacoli e intemperie ci rende più forti e non solo fisicamente. Il running rappresenta la sintesi completa di uno stile di vita che tende sempre più a coinvolgere l’uomo con la natura, ad immergerlo nell’ambiente circostante in una sorta di continuum che dispensa solo serenità e regala in abbondanza salute. Correre su strada o su sentieri sterrati permette al corpo di scaricare tensioni muscolari ed alla mente di eliminare tossine e stress estremamente dannosi che vengono anche a nostra insaputa accumulati nel corso della giornata lavorativa e durante la normale vita sociale.

Il running rappresenta uno stile di vita che tende sempre più a coinvolgere l’uomo con la natura

Per questo è impensabile rinunciarvi anche quando le condizioni meteorologiche sono avverse o semplicemente quando il tempo sembra decisamente incerto. Si può partire al mattino presto sotto un sole ferragostiano indossando soltanto una canottagiacche pioggia asics leggerissima e trovarsi solo qualche ora dopo esposti ad una pioggia a dir poco tropicale. Praticare questo sport significa quindi anche essere sempre pronti a fronteggiare qualsiasi evenienza e soprattutto quando il tempo si presenta alquanto incerto è necessario pianificare attentamente l’abbigliamento per non trovarsi poi in condizione di non poter proseguire la corsa o la gara per colpa di un vestiario del tutto inadatto. La soluzione ideale per far fronte a questo non così raro contrattempo è quella di tenere sempre a portata di mano nel proprio zaino una giacca ripiegabile estremamente leggera e realizzata in tessuto idrorepellente.

Le giacche impermeabili Asics, poco ingombranti ma molto performanti

Le giacche ripiegabili prodotte dalla Asics sono realizzate proprio per garantire agli sportivi impegnati nelle corse o gare di running di poter sopperire ai capricci del tempo in modo veloce ed estremamente vantaggioso. Realizzate in un tessuto idrorepellente questecorrere sotto la pioggia giacche ripiegabili sono molto calde e mantengono il corpo asciutto e comodo anche sotto temporali veri e propri diluvi universali ed anche tempeste equatoriali. Facilmente trasportabili in uno zaino poichè di minimo ingombro e peso, sono dotate di cappuccio regolabile per proteggere la testa, mentre l’orlo posteriore, leggermente più lungo rispetto a quello anteriore, provvede a mantenere coperta e asciutta la zona lombare, più esposta, in caso di repentini cambi di temperatura e umidità a strappi e dolori articolari. L’aria all’interno della giacca, mantiene una circolazione costante grazie agli inserti di ventilazione. Si indossa e si toglie con estrema facilità grazie ad una zip integrale e di semplice utilizzo ed in più ha in dotazione una comoda tasca posta sul petto per trasportare con la massima facilità il proprio MP3 per ascoltare in tutta tranquillità la propria playlist preferita. Colorate e personalizzabili, queste giacche impermeabili rappresentano la giusta integrazione ad un equipaggiamento, quello per il running, che deve rispettare alcune regole essenziali, quali la leggerezza, il minimo ingombro, il massimo comfort e la migliore vestibilità, per permettere agli atleti come ai semplici appassionati di dedicarsi esclusivamente alla pratica del proprio meraviglioso sport.

Non importa dunque se si corre per agonismo e semplice passione, le giacche Asics sono assolutamente perfette per proteggere il corridore dai repentini capricci del tempo che diventano tra le altre cose sempre piu’ frequenti di anno in anno.

PANORAMICA RECENSIONE
Funzionalita'
Vestibilita'
Affidabilita'
Stile
Prezzo
CONDIVIDI
Articolo precedenteGarmin Fenix 3, precisione ed affidabilità
Articolo successivoFitbit Surge, il primo Smartwatch non si scorda mai