CONDIVIDI

Un personaggio particolarissimo, un campione di ultra trail running che ha fatto della sua passione per la montagna e l’aria aperta una vera e propria ragione di vita, stiamo parlando di Anton Krupicka, atleta americano nato in Nebraska il due Agosto del 1983.

La passione per l’ultra running

La sua storia è sicuramente particolare ed è sempre stata segnata dalla sua passione, senza praticamente periodi di pausa. Comincia a 12 anni con le prime gare scolastiche e prosegue sino ad arrivare ai giorni nostri con maratone e corse di ultratrail che gli fanno toccare la sorprendente quota di 10mila chilometri percorsi ogni anno, avete capito bene basti pensare che la media durante i periodi più’ intensi di allenamento è di ben 43 chilometri al giorno! Anton è un atleta di tutto rispetto, tra le sue conquiste ci sono moltissime grandi classiche americane come la Miwok 100 o la Western States 100 ma non molti anni fa si è aggiudicato anche una corsa italiana, la Lavaredo Ultra Trail.

Anton Krupicka mette nella corsa tutta la sua passione per lo stare all’aria aperta

Tutti gli appassionati conoscono bene questa corsa che si disputa a 5850 metri sul livello del mare in piene Dolomiti e copre una distanza ragguardevole di 119 chilometri. Anton Krupicka mette nella corsa tutta la sua infinita passione per lo stare all’aria aperta, inultra running Anton Krupicka particolare in montagna. Il suo carisma è stato notato ampiamente all’interno della sua categoria ed ha attratto sponsor importanti come la casa di abbigliamento sportivo New Balance ma lui non lo ha mai fatto per il denaro o la fama. Tutte le corse vinte o alle quali partecipa, nonché i chilometrici allenamenti, sono sempre e comunque dettati dalla sua impossibilità di rimanere chiuso tra quattro mura. Lui stesso ha raccontato a piu’ riprese di avere allestito un furgoncino a casa semovente e di averlo utilizzato per visitare le zone piu’ impervie degli Stati Uniti rimanendo a volte fuori casa per cinque mesi consecutivi, insomma davvero non male. Come abbiamo visto dunque questo runner professionista ha dedicato la sua intera vita alla corsa ma non ha disdegnato l’Università ed è riuscito a prendere una Laurea nel 2005 tra una…pausa e l’altra. Se volete conoscere ancora piu’ a fondo questo singolarissimi personaggio, che tra le altre cose ama un approccio alla corsa davvero minimal e utilizza solitamente meno attrezzatura per il trail possibile, vi consigliamo di fare un giro sul suo blog, www.antonkrupicka.com, dove il runner americano propone tutta una serie di suoi pensieri ma sopratutto molte foto raccolte durante le sue innumerevoli ore passate all’aria aperta.

Krupicka insomma, come speriamo di avervi trasmesso attraverso le nostre righe, è una vera e propria icona di questa disciplina, per il suo modo di essere e sopratutto per il suo modo di vivere la corsa e la gara è sempre stato ben visto da tifosi, appassionati ed anche, e forse sopratutto, gli sponsor. L’atleta al momento ha leggermente mollato la presa, il che significa che continua a correre davvero solo per divertimento e da qualche anno non raggiunge risultati di grandissimo rilievo come qualche anno fa, nonostante questo già solo il fatto di vederlo gareggiare rappresenta ancora adesso il motivo di vanto per gli organizzatori della gara.